Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Per saperne di più o negare il consenso clicca su `Maggiori informazioni`. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su `Accetto` acconsenti all`uso dei cookie.

logotype
12 -December -2017 - 13:20

RENZO SERTOLI SALIS
Renzo Sertoli Salis (1905-1992), docente di Diritto nell’Università Statale di Milano e alla Bocconi, membro di alcune accademie di scienze e lettere italiane, presidente emerito della Società Storica Valtellinese fu per decenni la personalità di riferimento della cultura provinciale e del Lions Club Sondrio Host del quale era socio. Per la sua produzione scientifica e letteraria (che spaziava dal diritto alla politica internazionale, dalla bibliografia alla filologia, dalla poesia epigrammatica alla storia e che gli ha meritato uno spazio nella prestigiosa enciclopedia Rizzoli Larousse), il club stesso gli conferì nel 1982 il “Lions d’oro speciale del venticinquennale ad un lions”. Quando Renzo Sertoli Salis scomparve il sodalizio volle farsi promotore di una iniziativa che ne onorasse degnamente la memoria e ne continuasse idealmente anche l’opera di promozione culturale in valle. (Si veda nella scheda DOCUMENTI)

IL CONCORSO

La scelta cadde su un concorso letterario, genere di manifestazione allora assente in provincia, fra le pur numerose e qualificate iniziative culturali. La pronta adesione dei Comuni di Tirano e di Sondrio, della Fondazione Pro Valtellina e del Credito Valtellinese, della famiglia Sertoli Salis e della Salis 1637 Srl, determinò il passaggio dall’ideazione alla realizzazione, che si concretò nella costituzione del Comitato Promotore, alla cui presidenza venne chiamato il lion Attilio Ramponi che era stato l’anima dell’iniziativa. Nel 1993 fu bandito il 1° “Concorso letterario Renzo Sertoli Salis” riservato a opere e raccolte di poesia edite in lingua italiana concorrenti al Premio di Poesia “Città di Tirano” e al Premio speciale “Città di Sondrio” per un’opera prima. La storia delle prime cinque edizioni del concorso è documentata in un libro curato da Giorgio Luzzi edito dal Lions promotore nel 2005.

A comporre la Giuria furono chiamati poeti affermati come Giancarlo Majorino (presidente), Giorgio Luzzi, Grytzko Mascioni, una figura di spicco culturale come Camillo De Piaz e Bruno Ciapponi Landi, amico e collaboratore di Renzo Sertoli Salis oltre che direttore del Museo Etnografico Tiranese, sede della Segreteria del Concorso. La proclamazione dei vincitori della prima edizione fu tenuta a Tirano il 1° ottobre 1994 nel suggestivo salone delle feste di Palazzo Salis. Nel 1996-97 si tenne la seconda edizione, con un Comitato promotore rafforzato dall’intervento della Provincia, del BIM, dell’APT e delle Comunità Montane di Tirano e di Sondrio, con la conferma dei due premi e l’aggiunta del Premio speciale “Provincia di Sondrio” riservato a una raccolta di poesia italiana di autore straniero. Nella terza edizione (1999) si sono aggiunti le segnalazioni degli autori locali e il “Premio speciale della Giuria” intitolato a David Maria Turoldo, conservato anche nella quarta (2001) e quinta (2003) edizione in cui si aggiunse il “Premio speciale della Giuria Balilla Pinchetti” nel 30° della morte dell’illustre valtellinese traduttore di classici latini. La scomparsa di Grytzko Mascioni e l’uscita di Bruno Ciapponi Landi (reso incompatibile dal passaggio al Comitato promotore quale Assessore alla cultura del Comune di Tirano) hanno determinato l’ingresso nella Giuria di due personalità significative e a vario titolo già legate al concorso: il poeta italo-svizzero Gilberto Isella, che fu il primo a ricevere il premio “Provincia di Sondrio” nel 1997 e lo scrittore Ernesto Ferrero, direttore della Fiera del Libro di Torino, entrambi amici di Mascioni.  L’ VIII edizione registrava la perdita di un membro autorevole della giuria, il compianto padre Camillo De Piaz, scomparso a Sondrio il 31 gennaio a meno di un mese dal suo 92° compleanno. Il suo sostegno convinto e la vitalità della sua partecipazione rimarranno nella memoria dei promotori, dei giurati e dei premiati che hanno avuto la fortuna di incontrarlo. Gli  è subentrata Cristina Pedrana che alla sua specifica preparazione aggiunge il merito di avere valorizzato con entusiasmo e capacità la presenza dei poeti vincitori delle varie edizioni, promuovendo e curando i loro incontri nelle scuole. Con l'XI edizione (2016) il poeta Giancarlo Majorino si è visto costretto, per ragioni di salute e con lui hanno lasciato la giuria anche Giorgio Luzzi, che ne faceva parte dalla prima edizione e Gilberto Isella che vi era entrato dopo la morte di Grytzko Mascioni. Alla presidenza della Giuria è stato chiamato Ernesto Ferrero che è stato sostituito nel ruolo di giurato dal poeta Antonio Riccardi, uno dei primi premiati nel concorso.

Cambiamenti si sono registrati anche fra i promotori. La VII edizione ha visto la Pro Valtellina - Fondazione della Comunità Locale assumere il ruolo di promotore principale del Premio e del coordinamento del Comitato organizzatore nell’intento di qualificare il Concorso letterario “Renzo Sertoli Salis” quale momento centrale nella identità culturale del territorio. Il maggior premio a concorso è stato quello denominato “Fondazione Pro Valtellina-Città di Tirano” che riuniva i nomi del nuovo e più consistente premio istituito nel 2008 dalla benemerita fondazione con quello del premio maggiore assegnato nelle prime sei edizioni, recuperandone idealmente la storia. In occasione della IX edizione si procedette ad una revisione del regolamento e alla riorganizzazione dei premi destinando il primo, intitolato a Renzo Sertoli Salis e offerto dalla Fondazione Pro Valtellina, alla carriera e fuori concorso; il secondo, intitolato a Grytzko Mascioni e offerto dalla Fondazione Credito Valtellinese, alla migliore opera edita del biennio 2010-2011, il terzo, intitolato a padre Camillo De Piaz e offerto da Lions Club Sondrio Host, Provincia di Sondrio e Comune di Tirano, alla miglior opera prima edita nello stesso periodo. In occasione dell'XI edizione (2016) il premio Camillo De Piaz viene destinato alla miglior opera di critica letteraria dedicata alla poesia. 

"Nella ricorrenza del suo 50° di fondazione, il Lions Club Sondrio Host ha pubblicato il libro Poesia. Il Concorso Letterario Renzo Sertoli Salis. Le prime cinque edizioni  1993-2004 a cura di Giorgio Luzzi, Sondrio 2005." 

2017  Museo Etnografico Tiranese  globbersthemes joomla templates