Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Per saperne di più o negare il consenso clicca su `Maggiori informazioni`. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su `Accetto` acconsenti all`uso dei cookie.

logotype
12 -December -2017 - 13:19

Eugenio Comencini (Savona 1939-Torino 2015). Dopo gli studi classici frequenta la facoltà di Architettura di Venezia e Torino dove si laurea. Vive e lavora a Torino svolgendo esclusivamente attività di pittore. Dal 1979 ha insegnato all'Accademia Albertina di Torino, prima alla cattedra di pittura poi alla scuola libera del nudo, prima di passare all'Accademia di Belle Arti di Venezia. Sue opere si trovano alle civiche Gallerie d'Arte Moderna di Gallarate, Torre Pellice, Ascoli Piceno; all'Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Vasto; al Museo d'Arte Moderna di Ultrecht (Olanda); al Museo di Slovenj Gradec (Slovenia); Gallerie d'arte moderna all'aperto di Maglione-Torino e di Mezzana Mortigliengo;  alla Biblioteca Comunale di Pesaro, al Castello di Barolo, al Priorato di Sant'Egidio Sotto il Monte Giovanni XXIII, Bergamo, al Museo Etnografico Tiranese e inotlre in Spagna, Francia, Russia, Germania, Olanda, Svizzera e Cuba.
 

Bibliografia
Eugenio Comencini. Presentazione di Marco Rosci. Antologia della critica a cura di Giorgio Luzzi, Torino s.d. [ma 1986?], p.68
Francesco Poli, Eugenio Comencini. Opere dal 1972 al 1992. Omaggio a Cipro.Testimonianze di: Andrea Bruno e Maurizio Corgnati. Antologia della critica a cura di Giorgio Luzzi. Catalogo della mostra promossa dalla Regione Piemonte e tenuta nella sala delle esposizioni del Palazzo della Giunta Regionale dal 25 febbraio al 16 marzo 1991, Torino, Regione Piemonte  s.d. 1991, p.59

2017  Museo Etnografico Tiranese  globbersthemes joomla templates