Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Per saperne di più o negare il consenso clicca su `Maggiori informazioni`. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su `Accetto` acconsenti all`uso dei cookie.

logotype
12 -December -2017 - 13:17

ARCHEOLOGIA

ASCIA DI BRONZO AD ALETTE MEDIANE

Ascia di bronzo ad alette mediane allungate del XII sec. a. C. Lungh. cm 13,8; largh. max 5.1. E' stata rinvenuta nel greto dell'Adda a Tresenda di Teglio e donata al museo da Carlo Besta.

Scheda e bibliografia in: R. Poggiani Keller, Valtellina e mondo alpino nella preistoria, Milano 1989, p.56

FRAMMENTO DI PIETRA COPPELLATA

Il frammento, che proviene dallo sbancamento di una roccia nella zona del Dosso, è densamente coppellato (malgrado le sue modeste dimensioni si contano almeno 6 coppelle). Questi segni, fra i più diffusi, quanto misteriosi, lasciatici dall'uomo dell'antichità, sono di buona fattura. Il reperto è stato riconosciuto e portato al museo dal sig. Carlo Galli.

bcl

TRULLA DI BRONZO del I sec. d. C.

La trulla è un specie di mestolo usato sia nei servizi da vino che da bagno, diffuso in tutte le regioni romanizzate. Questo esemplare misura cm 23,50 di lunghezza (il manico è di cm 11,5); diam. cm 12; largh. mass. manico cm 4, proviene da Ponte in Valtellina dove  stato rinvenuto in epoca imprecisata del XX secolo ed è stato donato al museo dalla signora Maria Sofia Cederna Borgese. E' stato restaurato nel 1989 dallo studio Formica di Milano e studiato da Giliana Muffatti Musselli (cfr Una trulla bronzea del Museo Etnografico Tiranese, in Addua. Studi in onore di Renzo Sertoli Salis, Sondrio 1981, p.213-216).

bcl

PIETRA CON PROTOME

Nella parte alta di questa pietra è stato scolpitoin epoca protostorica un rilievo tondeggiante che prende nome di protome e che ne fa supporre un uso rituale (di culto o funerario). In epoca successiva la protome è stata manomessa con l'evidente intenzione di conferirle l'aspetto di un volto. E' stata rinvenuta negli anni '70 del '900 nelle vigne sotto la chiesa di santa Perpetua da Gian Mario Merizzi, allora studente

bcl

2017  Museo Etnografico Tiranese  globbersthemes joomla templates